Passa a contenuti principali
una persona seduta davanti a un computer portatile

L’approccio “Big Bang” alla trasformazione digitale e come farlo funzionare

Johanna Winqvist

Johanna Winqvist

Microsoft, Events

Tempo di lettura, 3 min.

In questo momento non esiste una cosa come la normalità. Il cambiamento e la disgregazione sono la nuova normalità. Basti pensare ai cambiamenti che interessano la tua organizzazione in questo momento, con nuove tecnologie e tecniche che guidano nuovi atteggiamenti e aspettative da parte di dipendenti e clienti. Tutto sta cambiando.

E l’unica cosa che tutti questi cambiamenti hanno in comune è la velocità. Sta accadendo in maniera eccezionalmente veloce. Ecco perché, affinché un’impresa sopravviva e prosperi in un mercato fortemente competitivo, essa deve reagire con pari tempestività. Soprattutto quando si crea una risposta tecnologica a un bisogno di trasformazione.

Soddisfare la necessità di una rapida innovazione

“Quando il cambiamento è la nuova normalità”, uno studio del 2019 di Microsoft in collaborazione con il Dr. Michael Parke della London Business School, conferma questa visione. La ricerca mostra che il 92% delle aziende ha recentemente affrontato la rivoluzione tecnologica e conclude che ora è il momento “di raddoppiare l’innovazione sul posto di lavoro per guidare la crescita”. In particolare, si scopre che le aziende più pionieristiche oggi stanno costruendo attivamente ponti tra silos organizzativi e operativi. E questo potere sul posto di lavoro continua ad essere fondamentale per l’innovazione.

Quindi, qual è il modo migliore per un’azienda di introdurre con successo una nuova tecnologia o piattaforma?

L’implementazione in 48 ore: la storia di successo di Coloplast

Probabilmente, non esiste un modo giusto o sbagliato. Ogni organizzazione è diversa. Coloplast, però, un’azienda leader nel settore delle scienze biologiche famosa per aver introdotto la rivoluzionaria sacca per stomia, ha deciso di farlo in grande. Una mossa innovativa e organizzativa che, proprio come l’omonima teoria scientifica, è avvenuta in maniera incredibilmente veloce. In breve, affinché tutti in Coloplast potessero lavorare meglio insieme, hanno fatto sì che 8.000 dipendenti in tutto il mondo utilizzassero Microsoft Teams, e il tutto in sole 48 ore.

Microsoft Teams riunisce chat di lavoro, video conferenze e archiviazione di file in un’unica piattaforma unificata. Che è esattamente ciò che Coloplast richiedeva: “Ciò di cui avevamo bisogno era una soluzione che permettesse ai nostri team di essere agili e di collaborare in maniera istantanea”, spiega René Rasmussen, Vice Presidente del settore IT e assistenza di Coloplast. “Ecco perché Teams sembrava adatto a noi.”

Inoltre, realizzando questa implementazione, Coloplast è riuscita a spuntare le due caselle che lo studio “Quando il cambiamento è la nuova normalità” ha realizzato essere il segno distintivo di un business innovativo: abbattere i silos e responsabilizzare i dipendenti, il tutto in tempi doppiamente più rapidi.

Come ci sono riusciti? Ci sono state quattro fasi fondamentali…

  • Il programma pilota

200 dipendenti di tutti i 43 paesi della rete Coloplast hanno iniziato a utilizzare Teams e trasmesso feedback dettagliati sulla loro esperienza.

  • Un piano di migrazione strutturato e dettagliato

A partire da un venerdì sera, il piano è stato così meticolosamente pensato che la migrazione è stata completata prima del previsto, terminando la domenica pomeriggio. Lunedì mattina, quando 8.000 persone sono tornate al lavoro, il team IT aspettava nervosamente sulla linea di assistenza. Sono trascorse ore. La prima chiamata è stata alle 11:30: era un responsabile del supporto, che stupito chiedeva se il feedback era vero che nessuno aveva chiamato la linea di assistenza. Ci sono state solo altre sei chiamate quella settimana.

  • Ambasciatori della migrazione

Per aiutare i loro colleghi ad adattarsi a Teams, i 200 partecipanti al progetto pilota sono diventati ambasciatori durante il più ampio processo di migrazione mai visto.

  • Un ciclo di feedback ufficiale

Il feedback è stato incoraggiato: i dipendenti sono stati esortati a condividere i loro pensieri sulle caratteristiche che potevano essere aggiunte o migliorate. Questo ha contribuito a stabilire una cultura di miglioramento continuo.

Conclusione

Coloplast ha dimostrato in modo così convincente che anche un’operazione globale con migliaia di dipendenti può completare un lancio rapido se tutti i processi giusti sono in atto. Una corretta pianificazione funziona davvero, ma solo se considerano pienamente le implicazioni umane e tecniche del cambiamento. Leggi il caso di successo completo di Coloplast

eBook gratuito: Corso accelerato su Microsoft 365 Business

Microsoft 365 Business può rendere la tua tecnologia più gestibile e migliorare la produttività

Assistenza sanitaria

  • una donna di fronte a uno schermo

    Istituto Neurologico Carlo Besta: fornire l’assistenza essenziale al paziente anche a distanza

    “La telemedicina era una tecnologia che avevamo pianificato di implementare da un paio d’anni. Ma poi, quasi da un giorno all’altro, tutto è cambiato: è diventata una piattaforma indispensabile per l’ospedale”. Francesca De Giorgi, CIO dell’IRCCS Carlo Besta, riflette sulle recenti sfide che il suo team ha dovuto affrontare quando le misure di distanziamento sociale […]

Governo

  • Ineco

    Ineco migliora la produttività dei dipendenti con strumenti moderni e con l’intelligenza artificiale

    Avere difficoltà con il software non aiuta le persone a ottenere di più. Anche le difficoltà con la condivisione di file e la collaborazione sui documenti influiscono sulla produttività. Ineco, una società spagnola del settore pubblico, ha compreso questo aspetto, che è il motivo per cui ha voluto cambiare il modo in cui i dipendenti […]

  • Iceland runs on Trust

    Come il cloud ha aiutato una piccola nazione a concretizzare grandi ambizioni

    Nel dicembre 2015 il governo islandese ha avviato il riesame delle infrastrutture digitali. Con più di 100 fornitori gestiti da oltre 100 responsabili IT di ciascuna istituzione pubblica, l'intento era chiaro: semplificare le attività e semplificare l'IT per oltre 20.000 utenti. La soluzione: Avanti tutta per due anni e mezzo, poi la decisione è stata […]

Per la scuola

Produzione

Vendita al dettaglio