un primo piano di una bottiglia con vernice blu e verde

Due aziende che hanno avuto successo cambiando le loro formule, già vincenti

Leentje Chavatte

Leentje Chavatte

Microsoft, Digital Transformation

Tempo di lettura, 3 min.

Si dice che, se qualcosa non è rotto, allora non dove essere aggiustato. A prima vista, questo modo di dire, sembrerebbe particolarmente valido quando un’azienda è già leader nel suo settore.

Perché cambiare qualcosa che funziona bene e che ti dà un vantaggio competitivo in un settore pieno di aziende che cercano di sostituirti?

La risposta sta nel fatto che continuare a fare quello che stai facendo non è più un’opzione, a prescindere da quanto bene sta andando l’azienda. I tempi sono cambiati e se si vuole continuare a essere protagonisti, è necessario innovare.

Ciò significa essere aperti a nuovi modi di fare le cose, e usare la tecnologia per cambiare.

Superare le barriere del cambiamento

Non è sempre facile prendere l’iniziativa e diventare un innovatore. Ci vuole coraggio e la volontà di superare continuamente i propri limiti.

Prendiamo come esempio AkzoNobel. L’azienda olandese con la passione per la pittura che crea da molti anni prestigiosi brand per la casa, come Dulux e Polyfilla. Poiché le tendenze nel settore vernici e colori sono in continua evoluzione, il processo di previsione del colore è una parte fondamentale della capacità dell’azienda di soddisfare rapidamente le esigenze moderne man mano che emergono.

Così, quando AkzoNobel ha iniziato a pensare a come cambiare il proprio metodo già collaudato di previsione del colore, il suggerimento di rivolgersi alla tecnologia di apprendimento automatico fornita da Microsoft Azure non è stato inizialmente accolto a braccia aperte da tutti.

«All’inizio eravamo piuttosto scettici sulla tecnologia di apprendimento automatico e su ciò che poteva davvero fare per noi», afferma Rob Reijers, Responsabile Global Color Apps Development di AkzoNobel. «Abbiamo sempre pensato che i nostri modelli fisici, che sono base della capacità dell’azienda di prevedere il colore con precisione, fossero i migliori che potevamo avere».

Allora perché cambiare?

L’innovazione è la chiave per stare al passo

L’industria delle vernici è una realtà incredibilmente competitiva. Ogni giorno vengono creati nuovi colori e i produttori nel settore automobilistico, ma non solo, sognano costantemente nuove finiture per dare ai loro modelli un vantaggio sulla concorrenza.

Ecco perché essere innovativi non è mai stato più importante per AkzoNobel di quanto non lo sia oggi. E il loro uso dell’Intelligenza Artificiale li ha aiutati a raggiungere il loro obiettivo.

«Siamo rimasti davvero sorpresi dall’incredibile precisione dei risultati che abbiamo potuto ottenere con la tecnologia di apprendimento automatico e anche dalla rapidità con cui siamo riusciti a raggiungerli», afferma Reijers.

«L’intera esperienza ha completamente cambiato il mio punto di vista sull’utilizzo dell’apprendimento automatico. Ci ha permesso di essere molto più creativi».

Leggi la storia completa di AkzoNobel e scopri come l’azienda è diventata più creativa utilizzando l’Intelligenza Artificiale.

Creazione di nuovi business model

Un’altra azienda che ha beneficiato dell’approccio audace all’innovazione digitale è la filiale di Eneco, AgroEnergy.

L’azienda olandese si è specializzata da decenni nel funzionamento ottimale delle serre. Negli ultimi tempi, però, è diventata un leader del mercato tecnologico agricolo per il suo uso innovativo della tecnologia di apprendimento automatico e dell’intelligenza artificiale.

Durante il passaggio da azienda energetica unica a provider di servizi moderno e basato sui dati, l’azienda si è resa conto che i servizi tecnologici offerti ai loro clienti di serre avrebbero potuto portare alla creazione di un’azienda completamente nuova.

«C’è stato questo momento di intuizione in cui ci siamo resi conto che questo era molto più di quanto pensassimo», afferma Laurens van der Spek, Responsabile tecnologico di AgroEnergy.

La chiave è stata avere il coraggio e l’iniziativa di sfidare il modo stabilito in cui stavano facendo le cose e apportare un cambiamento che avrebbe introdotto nuove innovazioni nella loro azienda già di successo.

Report AI gratuito: Intelligenza Artificiale in Italia. Come 277 grandi aziende europee traggono vantaggio dall'IA

Scopri come i tuoi colleghi europei e italiani utilizzano l'intelligenza artificiale per trasformare digitalmente la loro organizzazione

Scopri altri articoli correlati per settore:

Assistenza sanitaria

Finanza & Assicurazioni

Government

Governo

Per la scuola

Produzione

Vendita al dettaglio

Scopri altri articoli correlati per fascicolo:

Digital Transformation

  • An illustration of a girl with headphones

    Podcast sull’intelligenza artificiale: gli scenari di oggi

    In questo episodio del podcast sull’intelligenza artificiale, osserviamo il panorama dell’AI in Europa occidentale. Ascolta Thomas Holm Møller, partner nell’attività di strategia digitale di EY, mentre spiega i dettagli di uno studio rivoluzionario sull’intelligenza artificiale che è stato commissionato da Microsoft con la collaborazione di EY. Basato su interviste e sondaggi con 277 aziende, lo […]

Sicurezza & Privacy

Stampa

Storie di clienti

  • Una paziente sottoposta a scansione

    La manutenzione predittiva migliora la qualità della vita dei pazienti oncologici

    Il cancro colpisce più di 17 milioni di persone ogni anno; con una cifra come questa, destinata a crescere drasticamente nei prossimi anni, un trattamento efficiente ed economico è essenziale. Dopo la distribuzione di Microsoft Azure IoT, IBA Worldwide, uno dei principali sviluppatori di apparecchiature mediche per il trattamento del cancro, è stato in grado […]

Suggerimenti

  • Tre impiegati, due donne e un uomo, durante un brainstorming in un ufficio informale. Le donne usano i computer portatili mentre l'uomo sta scrivendo a mano. Schermo grande sullo sfondo.

    Tendenze di vendita moderna 2019 in 5 webinar

    Le relazioni tra acquirenti e venditori sono sempre più complesse. Per ogni potenziale partnership occorre trovare l’acquirente giusto, comprendere appieno la sua attività, tenere traccia dei progressi attraverso il ciclo di acquisto e coinvolgerlo con il contenuto giusto, secondo le necessità dell’acquirente stesso. Queste dinamiche mutevoli sottolineano come la vendita moderna sia una vera e […]